ATM: «SERVIZI SICURI IN BUS» IN VAL DI CORNIA

Piombino (LI) – L’azienda Atm da il proprio contributo per la ripartenza del turismo e la ripresa economica della Val di Cornia con un progetto mirato alla sicurezza dell’utenza sui bus Tiemme con una iniziativa volta a migliorare i servizi offerti agli utenti, incrementando la percezione di sicurezza ed efficienza anche in fatto di norme anti-Covid.

Si tratta di “Servizi Sicuri in Bus”, questo è il nome dell’iniziativa, il cui obiettivo è quello di supportare lo svolgimento dei servizi di trasporto dedicati alle spiagge del territorio nei mesi di Luglio e Agosto, in modo da prevenire situazioni di criticità che si potrebbero verificare nel contesto del rispetto delle normative vigenti anti-Covid. Con questo intento saranno attivate una serie di azioni mirate sia al monitoraggio del rispetto delle norme di distanziamento, sia ad attività di informazione e assistenza alla clientela.

“L’obiettivo è quello di dare un nostro contributo nel sostenere la ripartenza, cercando di migliorare ulteriormente i servizi offerti ai turisti e alla popolazione residente nei casi che potrebbero presentare alcune criticità legate al maggior afflusso di utenza. – ha spiegato il vice presidente di Tiemme Gianmarco Mancini – Dall’insieme combinato di queste azioni per i servizi legati al territorio nel periodo estivo si otterrà un importante risultato nel miglioramento della percezione di sicurezza ed efficienza dei servizi stessi”.

L’iniziativa è attivata in collaborazione con il supporto ed il personale di Area 57, realtà di volontariato del territorio che coinvolgerà figure debitamente formate, le quali saranno presenti dal lunedì al sabato in determinate fasce orari mattutine e pomeridiane, alle principali fermate bus e i principali nodi di interscambio delle linee mare dell’area Val di Cornia, così da garantire prevenzione verso il formarsi di possibili assembramenti di utenza, nonché supporto nella distribuzione di materiale informativo e raccolta di eventuali suggerimenti utili.

RENDICONTO ECONOMICO CAPODANNO TOSCANO 2021

RENDICONTO ECONOMICO FINANZIARIO DELLA MANIFESTAZIONE CAPODANNO TOSCANO 2021.

SPESE SOSTENUTEIMPORTO
Acquisto di beni strumentali non durevoli 
Canone di locazione per l’utilizzo di locali, impianti o strutture800,00
Allestimento dei locali, impianti e strutture, scenografie, montaggio e smontaggio (non sono ammissibili spese sostenute per l’acquisto di beni strumentali) 
Pubblicità (inserzioni, manifesti, stampe, video) 
Servizi editoriali e tipografici per la stampa di volumi 
Premi e riconoscimenti  
Compensi per relatori, artisti ed esperti, la cui prestazione fa parte del programma approvato e relative spese di viaggio, vitto ed alloggio 180,00
Diritti SIAE 
 Altre spese ammissibili, connesse all’iniziativa, (non ricomprese nell’elenco di cui ai punti 1-8) (specificare nel dettaglio)   
  
  
  
TOTALE  PARZIALE  980,00
Organizzazione e segreteria (rendicontabili forfettariamente nella misura massima del  10% del totale delle spese ammissibili,  solo ed esclusivamente per le istituzioni sociali private).98,00
Altre spese non ammissibili a compartecipazione (specificare)   ____________________________________________________________   
TOTALE GENERALE  1078,00
  RISORSE ECONOMICHE   
risorse economiche stanziate dal richiedente 215,60
compartecipazione finanziaria concessa dal Consiglio regionale  862,40
contributi economici concessi da altri soggetti pubblici (specificare) ______________________________________________________________ 
contributi economici concessi da soggetti privati (specificare): ______________________________________________________________ 
TOTALE  1078,00

CAPODANNO TOSCANO: L’ANNUNCIAZIONE, DIMENSIONE STORICA DELLA RIVELAZIONE BIBLICA

Piombino (LI) – Giovedì 25 marzo 2021 alle ore 17.30, presso la sala conferenze della Parrocchia dell’Immacolata a Piombino, si è tenuto il primo dei tre appuntamenti organizzati da Area 57 Onlus e Corriere Etrusco sul “Capodanno Toscano” con una conferenza, della Professoressa Anna Maria Giorgi, dal titolo “L’Annunciazione: dimensione storica della Rivelazione biblica”.

All’iniziativa, che si inserisce nel calendario delle Celebrazioni sostenute dal Consiglio Regionale della Toscana per il Capodanno Toscano, ha partecipato anche lo storico locale Mauro Carrara, ed è stata presentata dal direttore del Corriere Etrusco Giuseppe Trinchini.

#CapodannoToscano
​ @CRToscana

CAPODANNO TOSCANO: PRIMO APPUNTAMENTO “L’ANNUNCIAZIONE”

Piombino (LI) – A Marzo 2015 il Consiglio Regionale ha introdotto la ricorrenza del “Capodanno toscano” (o per meglio dire “Capodanno dell’Annunciazione”) per ricordare che fino al 1749, in Toscana, l’anno civile iniziava il 25 marzo, giorno in cui la Chiesa cattolica aveva collocato per l’appunto la festa dell’Annunciazione, in corrispondenza del nono mese antecedente la nascita di Gesù. Per questo Area 57 Onlus in collaborazione con la testata Corriere Etrusco organizza un ciclo di incontri per far conoscere la storia del Capodanno Toscano, l’Annunciazione del Signore, e gli usi e costumi di alcune città della nostra regione che ne facevano uso fino al 1700.

Giovedì 25 marzo alle ore 17.30, presso la sala conferenze della Parrocchia dell’Immacolata a Piombino, si terrà il primo dei tre appuntamenti organizzati sul “Capodanno Toscano” con una conferenza, tenuta dalla Professoressa Anna Maria Giorgi, dal titolo “L’Annunciazione: dimensione storica della Rivelazione biblica”.

All’iniziativa, che si inserisce nel calendario delle Celebrazioni sostenute dal Consiglio Regionale della Toscana per il Capodanno Toscano, parteciperà anche lo storico locale Mauro Carrara, e sarà presentata dal direttore del Corriere Etrusco Giuseppe Trinchini.

Sarà possibile seguire la Conferenza in differita a partire dalle ore 20.30 sul sito internet www.area57.it, sulla testata www.Corriereetrusco.it, e sulle pagine YouTube e Facebook del Corriere Etrusco, nonché sui principali gruppi social.

Curriculum della professoressa Anna Maria Giorgi:

Laureata in pedagogia presso l’Università degli Studi di Firenze ha conseguito il dottorato in teologia presso la pontificia Università lateranense.

Ex dirigente scolastica e docente di Sacra Scrittura, è da alcuni anni direttrice dell’ufficio catechistico della diocesi di Massa Marittima Piombino e responsabile dell’edizione locale della testata “Toscana Oggi”. E’ docente emerito dell’Istituto superiore di Scienze religiose della Toscana.

#CapodannoToscano @CRToscana

http://www.corriereetrusco.it/2021/03/23/piombino-conferenza-sullannunciazione-per-il-capodanno-toscano/

Convocazione Assemblea Straordinaria passaggio ODV

E’ convocata per il giorno 29 marzo in prima conocazione alle ore 18.30 e in seconda convocazione il giorno 30 marzo sempre alle ore 18.30, presso la sede legale dell’ssociazione in Via Ruffilli 6/A per l’approvazione del nuovo statuto per il passaggio da ONLUS ad ODV.

ORDINE DEL GIORNO:

  1. Approvazione nuovo statuto Area 57 Onlus;
  2. Varie ed eventuali.

Si prega i signori soci di rispettare la massima puntualità.

Bando per le “comunità educanti”: incontro on line con il ministro Patrizio Bianchi

Sarà presentato martedì 9 marzo, in modalità on-line (diretta streaming ore 11.40 dalla pagina Facebook di Con i Bambini e sul sito www.conibambini.org), il “Bando per le comunità educanti”, promosso da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Parteciperà all’incontro il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi.

Introdurrà Carlo Borgomeo, presidente di Con i Bambini e Fondazione CON IL SUD. Interverrà Marco Rossi-Doria, vicepresidente di Con i Bambini. La presentazione operativa del bando è affidata a Alessandro Martina e Simona Rotondi, coordinatore e vicecoordinatrice Attività istituzionali di Con i Bambini.

Il bando, rivolto al mondo del Terzo settore e della scuola, si propone di identificare, riconoscere e valorizzare le comunità educanti, intese come comunità locali di attori (famiglie, scuola, singoli individui, reti sociali, soggetti pubblici e privati) che hanno, a diverso titolo, ruoli e responsabilità nell’educazione e nella cura di bambini e bambine, ragazzi e ragazze che vivono nel proprio territorio.

Per far nascere una comunità educante è necessario coinvolgere tutti i soggetti del territorio, per riportare i giovani e le loro famiglie al centro dell’interesse pubblico.

Il bando mette a disposizione un ammontare complessivo di 20 milioni di euro, in funzione della qualità delle proposte ricevute.

Corso di formazione sulle pene non detentive

Sono aperte le iscrizioni al corso di formazione “Tessere. Forme, relazioni e reti per una giustizia di comunità” che vuole  formare volontari del Terzo Settore  ad una più profonda conoscenza della normativa sulle pene non detentive, sulla giustizia riparativa e sulla mediazione penale.

Il corso, organizzato da CNV – Centro Nazionale per il Volontariato, Fir Cb Ser Struttura Regionale Toscana , insieme a Cesvot, si svolgerà dal 26 marzo al 26 giugno 2021 ed è rivolto a 50 partecipanti candidati da enti del terzo settore iscritti ai registri regionali di volontariato, promozione sociale, cooperative sociali e iscritti all’Anagrafe delleonlus, con volontari e sede in Toscana.

L’iscrizione è obbligatoria e gratuita e potrà essere effettuata solo online compilando l’apposito modulo, previa registrazione all’area riservata MyCesvot, sul sito Cesvot alla pagina:  
https://cesvot.it/formazione/corsi-di-formazione-e-seminari/tessere-forme-relazioni-e-reti-una-giustizia-di-comunita 
entro venerdì 19 marzo  2021.

Per ulteriori informazioni e il calendario completo del corso consultare il programma in allegato e/o scrivere a cnv@centrovolontariato.it